Personaggi

Jack Loizeaux. Il pioniere nel campo delle demolizioni esplosive.

0
Jack Loizeaux. Il pioniere nel campo delle demolizioni esplosive.

Cristiano praticante. Reduce di Guerra. Self made man. Padre esemplare e genio innovatore nel suo campo. La storia di John “Jack” Loizeaux cavalca il sogno americano, quello di un uomo che – con capacità e tenacia – emerge dal nulla e costruisce un impero.

Nato come ultimo dei sette figli di Alfred S. Loizeaux, ingegnere capo per la Baltimore Gas & Electric, il giovane Jack ha sempre guardato con curiosità al lavoro del padre, che aveva anche una attività legata ad alberi e terreni, smossi a colpi di dinamite. Seguendo l’esempio del capofamiglia Loizeaux si è conquistato un diploma in scienze ambientali all’università della Georgia.
 
La seconda guerra mondiale lo ha portato in Europa come esperto di legno e ambienti e – dopo aver frequentato dei corsi serali di ingegneria – una volta tornato ha fondato la Burnbrae Tree Service, un’azienda che si occupava della rimozione di piante e sterpaglie a bordo strada, ovviamente sfruttando l’utilizzo della dinamite. Dalle piante alle rocce, l’escalation di Jack Loizeaux è stata continua, iniziando anche a svolgere lavori fuori dai confini americani.
 

Jack Loizeaux - foto di repertorio

Jack Loizeaux - foto di repertorio

Alla fine degli anni ’50 la sua azienda eseguì la prima demolizione con esplosivi della storia, quella di un vecchio stabile di otto piani. Per abbatterlo furono necessari tre tentativi. Falliti i primi due, riuscì nell’impresa al terzo tentativo, innovando per sempre il mercato delle demolizioni civili e industriali.
 
Nel 1960, grazie all’aiuto della moglie, fondò la Controlled Demolition Inc., la più celebre azienda del settore negli Stati Uniti d’America, oggi portata avanti dai figli Mark e Douglas. Il lavoro di demolizione più importante svolto sotto la sua supervisione fu la distruzione, nel 1972, del Traymore Hotel di Atlantic City, un albergo di oltre seicento stanze. Ancora oggi quel progetto è considerato il più grosso edificio raso al suolo tramite esplosivo nella storia.
 
Il ritiro dalle scene nel 1980, la morte nel 2000 a 85 anni. Un uomo che ha creduto ciecamente in tre cose: Dio, la dinamite e lo sfruttamento intelligente della forza di gravità. “Tutto quello che è verticale non vuole altro che scendere a terra. Dio ci ha donato la gravità e, se togli a un edificio il suo sostegno, c’è un’unica direzione che può prendere: andare giù.
 
In un’intervista del 1995 al The Sun spiegò in poche parole il suo metodo di lavoro: “Sfrutto la gravità, che è ovunque ed è gratis. Un potere incredibile, se lo si sa controllare.” Sulle sue capacità pochi dubbi a riguardo.
 
Nelle prossime settimane approfondiremo meglio l’argomento Controlled Demolition Inc, l’azienda di demolizioni più nota di tutti gli USA, e vedremo meglio qualche case history.
 

Hai trovato interessante questo articolo? Condividilo!

Lascia un commento