Ecomostri italiani

Ecomostri. A Torre Mileto hanno costruito addirittura un villaggio!

0
Ecomostri. A Torre Mileto hanno costruito addirittura un villaggio!

Inserita nella non invidiabile lista dei cinque ecomostri più imponenti d’Italia, andiamo a vedere la situazione di Torre Mileto, vicino a Lesina, in provincia di Foggia.

Quello che è successo a Torre Mileto – stazione balneare sulla costa adriatica – è qualcosa che al giorno d’oggi si fa fatica a credere: negli anni 70 è stato costruito un intero villaggio abusivo, a pochi metri dalla costa. Un conto approssimativo ha stimato circa 2800 villette abusive create, edificate praticamente sulla sabbia e senza avere fondamenta.
Avendo costruito il complesso senza alcun permesso del comune tutte le case sono sprovviste dei più semplici servizi. Manca un complesso fognario – si utilizzano i pozzi neri! – e manca anche la rete idrica che porta acqua potabile.
 

Il villaggio di Torre Mileto

Il villaggio di Torre Mileto

La battaglia che Legambiente conduce contro il villaggio di Torre Mileto dura ormai da decenni, ma è ben lontana dalla conclusione. Nel 2004 era stato fatto un primo tentativo di abbattimento, demolendo “ben” 4 villette. L’opera la ricordano tutti, visto che i calcinacci sono stati lasciati dov’erano e nessuno sembra avere intenzione di rimuoverli.
 
Nel 2009 sembrava si potesse smuovere qualcosa, a seguito del Piano d’Intervento di Recupero Territoriale promosso dalla regione Puglia. 800 villette – disabitate e ormai abbandonate al loro destino – avrebbero dovuto essere abbattute. A oggi, purtroppo, nulla si è ancora mosso. Trent’anni fa ci fu addirittura la richiesta, da parte di molti proprietari, di condono edilizio. Il tutto venne rigettato perché la legge non autorizza la costruzione di abitazioni a meno di 300 metri dal mare.
 
La situazione attuale è di stallo completo e non sono bastati gli interventi di Striscia la Notizia – nel 2008 – e del TG1, solo poche settimane fa, per smuovere qualcosa. Uno dei più bei lembi di terra, a un passo dal parco del Gargano, è occupato da un gruppo di abitazioni che ci rifiutiamo di chiamare villaggio. Una situazione vergognosa a cui andrebbe posto rimedio.
 

Hai trovato interessante questo articolo? Condividilo!

Lascia un commento