Demolizioni controllate

Demolito a febbraio uno dei sei grattacieli della morte vicino a Medellin

0
Demolito a febbraio uno dei sei grattacieli della morte vicino a Medellin

Andranno abbattuti uno alla volta i grattacieli del complesso residenziale vicino a Medellin nella zona in cui, lo scorso ottobre, morirono 11 persone.

Una brutta storia quella che è avvenuta il 14 ottobre 2013 a El Poblado, un comune alle porte di Medellin, una delle città più note – anche per motivi di narcotraffico – di tutta la Colombia. Dopo un’ispezione su un edificio di 21 piani – stiamo parlando di edilizia residenziale, non popolare – i tecnici avevano scoperto una pericolosa e immotivata crepa anomala. La società costruttrice, dopo aver evacuato l’edificio, ha mandato alcuni operai a tentare di consolidare la struttura. Purtroppo, proprio durante l’esecuzione dei suddetti lavori, l’edificio è crollato, portandosi con sé la vita di undici persone.
 
Il complesso di sei grattacieli – costruito dall’azienda di proprietà del precedente Governatore di Antioquia Alvaro Villegas e progettato dall’architetto Jorge de Jesus Aristizabal – è stato immediatamente chiuso, lasciando in mezzo alla strada migliaia di persone.
 
Dopo alcuni rinvii, il 27 febbraio 2014 anche la torre 5 è crollata, ma questa volta a causa di una demolizione controllata avvenuta grazie a 75 kg di esplosivo. In meno di dieci secondi l’edificio è stato raso al suolo, senza danneggiare le altre quattro torri del complesso che, per motivi di sicurezza, verranno demolite nelle prossime settimane.

 
“La speranza è che situazioni come queste non debbano più accadere in futuro – ha dichiarato l’ingegnere Luis Gonzalo Mejia a un giornale colombiano – sperando che questa fine possa diventare un nuovo inizio che ci consenta di costruire una città più sicura, dove poter vivere in tranquillità.”
 

Hai trovato interessante questo articolo? Condividilo!

Lascia un commento