Nuovi ecobonus per la demolizioni e riqualificazione di vecchie sale cinematrografiche

Nuovi ecobonus per la demolizioni e riqualificazione di vecchie sale cinematrografiche

0
Nuovi ecobonus per la demolizioni e riqualificazione di vecchie sale cinematrografiche

È iniziata il 2 novembre 2016 la discussione alla Camera circa il disegno di Legge “Disciplina del cinema e dell’audiovisivo” approvato dal Senato lo scorso 6 ottobre.

Il disegno di Legge è inserito nelle iniziative per la riqualificazione urbana e la rigenerazione delle periferie e delle aree urbane degradate: sono previsti 120 milioni di euro in 5 anni per la demolizione e ricostruzione di sale cinematografiche e centri culturali multifunzionali dismessi che prevedono il riconoscimento di una volumetria aggiuntiva al progetto già esistente.
 
Questa norma è pensata in attuazione dei principi introdotti dal DL Sviluppo (DL 70 del 13 maggio 2011) convertito dalla Legge 106 del 12 luglio 2011.
 
A chi verranno destinati questi fondi?
 
I 120 milioni di euro del Fondo per il cinema e l’audiovisivo verranno indirizzati alla concessione di contributi a fondo perduto o in conto di interessi sui mutui o locazioni finanziarie finalizzate a:

  1. Riattivazione di cinema chiusi o dismessi, privilegiando le sale presenti sul territorio di Comuni con meno di 15000 abitanti e dichiarate come luoghi di interesse culturale
  2. Costruzione di nuove sale
  3. Incremento del numero di sale già esistenti
  4. Ristrutturazione tecnologica delle sale
  5. Installazione, sostituzione, rinnovo di impianti, apparecchiature e arredi delle sale

La definizione dei soggetti beneficiari, dei limiti massimi di intensità di aiuto e di altre condizioni per l’accesso al beneficio e la sua gestione, verranno comunicate in un DPCM che dovrà essere emanato entro 120 giorni dalla data di entrata in vigore della Legge.
[Credits. edilportale.com]

Hai trovato interessante questo articolo? Condividilo!

Lascia un commento