Da ecomostro a centro polifunzionale, storia del brutto anatroccolo destinato a diventare cigno

Da ecomostro a centro polifunzionale, storia del brutto anatroccolo destinato a diventare cigno

0
Da ecomostro a centro polifunzionale, storia del brutto anatroccolo destinato a diventare cigno

Sono iniziati il 16 febbraio, a Portolo, in provincia di Trento, i lavori di demolizione dell’ex Capsa, un grande magazzino dell’altezza di 4 piani per una volumetria totale di 15 mila metri cubi.
Un’importante opera di smantellamento di un edificio ormai in disuso e pericolante che, come ha commentato l’assessore Carlo Daldoss, “teneva in ostaggio il territorio”, impedendo di impiegare l’area in modo più proficuo.
 
Demolire diventa un’operazione necessaria quando vengono minacciate sicurezza e funzionalità delle aree urbane: per questo motivo dopo lo sgombero e smistamento dei rifiuti, lo spazio liberato verrà impiegato per la costruzione di un centro polifunzionale di piccole dimensioni che ospiterà le attività di associazioni che si occupano di volontariato, sport e attività giovanili.
 
Inoltre il nuovo progetto prevede anche una struttura logistica-deposito a servizio del settore agricolo e, all’esterno, uno spazio coperto da utilizzare per manifestazioni di vario genere, dal teatro alla musica. Infine, verrà realizzato anche un piccolo parco urbano.
 
Il centro polifunzionale verrà terminato per settembre per permettere lo stoccaggio delle mele raccolte durante l’estate e per dare il via a tante iniziative sportive e culturali che contribuiranno al benessere di tutta la comunità di Portolo.
 
[ph. www.ildolomiti.it]

Hai trovato interessante questo articolo? Condividilo!

Lascia un commento